page0001

COMUNICATO STAMPA

Tra le donne che hanno apportato attraverso la tecnologia il loro contributo in favore della vita c’è anche un’imprenditrice sarda: Simona Buono, cagliaritana, CEO di Distribuzione Defibrillatori, invitata d’onore alla cena di Gala dedicata proprio alle donne a chiusura del Festival Internazionale della robotica di Pisa dal 9 al 13 settembre, e ORGANIZZATA dalla Fondazione Arpa dell’illustre Professor Franco Mosca, tra i più importanti chirurghi italiani e tra i fondatori della trapiantologia nazionale, guidata dal Presidente Onorario il tenore Andrea Bocelli, e supportata dalla Cecchini Cuore Onlus.

Durante la cerimonia saranno premiate 5 donne con una tela della collezione ANITA’, appositamente creata per il premio, dedicata alle donne che hanno saputo coniugare “cuore e invenzione” raggiungendo traguardi prestigiosi a servizio degli altri. Un importante riconoscimento per l’attività svolta da Simona Buono, in prima linea da anni sulla tematica della cardioprotezione pubblica.

Non solo defibrillatori: la motivazione della presenza per Simona Buono nasce dalla sensibilità e dall’importanza di estendere la cultura della prevenzione della defibrillazione precoce. Questo soprattutto alla luce dei recenti dati diffusi dal Ministero della Salute sulle morti per arresto cardiaco: 64.000 morti ogni anno, 200 al giorno, che con la presenza di un defibrillatore nel luogo dell’evento drammatico, si salverebbero in percentuali che vanno dal 50% al 79%.

Il premio
Il Premio Tecnovisionarie®, ideato da Gianna Martinengo, fondatrice di Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie, viene attribuito ogni anno a donne che nella loro attività professionale hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica. La Giuria è composta da qualificati esponenti degli ambiti tematici delle diverse categorie di assegnazione, del mondo della cultura, della scienza, dell’impresa e della comunicazione.  Ad oggi sono quindi 90 le Tecnovisionarie premiate dal 2008 al 2017: rivelazioni di talento, ingegno, genialità, intelligenza, creatività, ingegnosità, estro, fantasia, immaginazione, intuizione, ispirazione, inventiva. Ecco le donne che inventano il futuro.